«Il Governo 5 Stelle-Pd ne ha combinata un altra delle sue. Dopo aver galleggiato a suon di dpcm, decreti inutili e voti di fiducia annegando l’Italia, ora dice no al rinvio delle scadenze fiscali del 20 luglio, come richiesto da partite iva, imprenditori, commercialisti che sono giustamente in rivolta. Forza Italia è con loro e chiede al Presidente della Repubblica di far sentire la Sua autorevole voce per fermare l’ennesimo, tragico, errore.

La situazione attraversata negli ultimi mesi è nota: i commercialisti non sono ora nelle condizioni di poter rispettare il termine di scadenza del 20 luglio e deve assolutamente essere rinviato. Forza Italia dice basta all’arroganza di un governo incapace e pasticcione, pericoloso e arrogante. Per non andare a sbattere sugli scogli della follia occorre cambiare rotta ed è doveroso che anche Mattarella dica sul punto finalmente qualcosa».

È quanto ha dichiarato sulla propria pagina social il Sen.Enrico Aimi Capogruppo di Forza Italia in Commissione Affari Esteri.