“In una fase particolarmente drammatica come quella che i cittadini stanno attraversando, è sconcertante il tentativo del Governo di introdurre ulteriori vincoli e adempimenti burocratici. Invece di semplificare le norme vigenti e incoraggiare la libera iniziativa economica, viene instaurato un inquietante ‘Grande Fratello’ fiscale con la previsione di ulteriori tetti al contante e l’inasprimento dei controlli sui conti correnti. Per contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale è più che mai necessario operare una seria ed organica riforma del fisco che consenta di ridurre sensibilmente le tasse a carico di imprese e lavoratori. In tal senso occorre rinviare le scadenze fiscali almeno fino all’autunno e introdurre subito la ‘Flat tax’ per sostenere le attività produttive e favorire così la ripresa economica”.

Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito all’urgenza di avviare una seria e organica riforma del fisco.